Il tuo registratore telematico vale per quanto lo paghi o per quello che ottieni?

di | 18 Ottobre 2019

Il 1° gennaio si sta avvicinando e sta così aumentando la
frenesia all’acquisto del registratore telematico.

È una spesa che nessuno di noi commercianti sta sostenendo
con particolare entusiasmo.

E immagina tu come possano stare coloro che devono
sostituire la cassa dopo neanche un anno dall’acquisto.

Così, con rabbia ma anche con tanta rassegnazione, si va
alla ricerca del registratore telematico che costa meno.

Per molti venditori il prezzo è il modo più semplice di
vendere: il loro obiettivo è di cercare di chiudere l’ordine in fretta senza
minimamente assicurare un valore sul servizio accessorio che il registratore
necessita per metterlo in funzione secondo tutto quando prevede la legge.

Ed è per questo che in giro si vede di tutto, in barba alla
normativa.

Incredibile?!

È spaventoso notare come molti tecnici tralasciano anche le
cose più semplici, che sono poi quelle che saltano subito all’occhio durante un
controllo fiscale.

Ad esempio, si vedono già registratori telematici installati
– anche presso grandi distribuzioni – con l’etichetta QRCode:

  •         stampata su carta comune
  •         applicata con il nastro adesivo
  •         stampata su carta adesiva in A4 e poi ritagliata
    a mano
  •         stampata su carta termica
  •         stampata in bianco e nero.

Ci sono poi quei tecnici che rimpallano la stampa dell’etichetta
al commercialista solo perché ha le credenziali d’acceso del cliente al portale
dell’Agenzia delle Entrate.

Altri ancora, quelli più “professionali”, fanno ordinare la
stampa dell’etichetta su Internet, facendola pagare cifre da capogiro (in media
35,00 euro oltre le spese di spedizione).

Ma perché è così importante l’etichetta QRCode?

È uno strumento fondamentale per completare il censimento
dei registratori e deve essere stampata su un’etichetta speciale con specifiche
dimensioni (70 x 35 millimetri) e che riporta il logo a colori dell’Agenzia
delle Entrate.

Deve essere poi apposta sul registratore in posizione ben
visibile, per permettere al consumatore e agli organi di controllo di
verificare la regolarità del dispositivo e i dati del suo proprietario
attraverso la scansione del QRCode anche con un semplice smartphone.

È vero che la legge afferma che la responsabilità finale di
tale etichetta è tua … ma saresti contento dell’operato del tuo tecnico se
dovessero sanzionarti per l’etichetta QRCode non conforme che ti ha applicato?

Ma sei ancora in tempo dal salvarti: questo problema qui da
noi, nella Manlio De Giorgi, non esiste!

Abbiamo la stampante apposita dedicata alla stampa su carta
speciale delle etichette QRCode, cioè tutto secondo i dettami previsti dalla
normativa.

Se vuoi avere la certezza di acquistare il tuo registratore telematico da chi ti può assicurare che corrisponda a tutto quanto previsto dalla legge, non ti rimane che contattarmi ora per scoprire l’offerta che ti posso riservare.

Inviami una email di richiesta a

info@manliodegiorgisas.it

o

scrivimi un WhatsApp allo

0836 427976

A presto

Riccardo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.