REGISTRATORE TELEMATICO – Info-pillola #7

di | 13 Aprile 2019

Cosa cambierà con il Registratore Telematico?

A te praticamente non cambierà nulla nell’utilizzo del registratore.

Continuerai a digitare normalmente i dati delle operazioni commerciali e ad effettuare la chiusura cassa giornaliera.

Nel momento della chiusura fiscale giornaliera, il registratore telematico elaborerà i dati dei corrispettivi memorizzati, predisporrà e sigillerà elettronicamente il file che li contiene e lo trasmetterà all’Agenzia delle Entrate in modo autonomo e sicuro, garantendone l’autenticità e l’integrità.

Ci sono però delle novità in arrivo con l’utilizzo del rivoluzionario registratore telematico ed ecco cosa riguardano:

  • Non sarai più tenuto a rilasciare lo scontrino al cliente. Lo scontrino di carta diventerà un lontano ricordo
  • Verrà abolita la stampa della chiusura giornaliera
  • Sarai esonerato dall’obbligo della tenuta del registro dei corrispettivi
  • Verrà abolito il libretto fiscale cartaceo in dotazione al registratore, perché verrà sostituito dal libretto  elettronico
  • Il controllo fiscale verrà eseguito ogni due anni, invece che ogni anno come è oggi
  • E dulcis in fundo, verrà introdotta la lotteria dei corrispettivi

Sì, hai letto bene, ci sarà una lotteria statale abbinata agli scontrini.

L’introduzione dello scontrino elettronico darà modo di concretizzare questo progetto di cui si parla da quasi 10 anni.

Come funzionerà?

Tutti i consumatoti (con esclusione dei soggetti con Partita IVA) all’acquisto di beni o servizi potranno richiedere di riportare sullo scontrino il loro codice fiscale – così come già accade per le spese farmaceutiche – per poter partecipare all’estrazione dei premi in palio abbinati alla lotteria.

Elemento, quindi, indispensabile è che il codice unico dello scontrino venga associato al codice fiscale dell’acquirente.

Per ciò che riguarda i premi in palio, si parla di somme di denaro o beni di lusso. A ogni vincita, poi, dovrebbe anche corrispondere una gratifica per l’esercente nell’ottica di incentivare entrambe le parti al rilascio dello scontrino elettronico.

Un’altra novità che dovrebbe essere introdotta per i consumatori è che, al termine di ogni anno, saranno estratte le categorie merceologiche per cui sarà possibile detrarre le spese in sede di dichiarazione dei redditi.

Ogni anno, cioè, nel 730 potrà essere richiesta una detrazione fiscale per le spese di una determinata categoria e, il fatto di non conoscere il settore per cui sarà possibile richiedere la detrazione, dovrebbe essere la leva per invogliare a richiedere sempre lo scontrino elettronico.

Insomma, la lotteria e l’estrazione delle categorie merceologiche non sono altro che espedienti anti-evasione.

Per oggi e tutto e a presto

Riccardo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.